Spider-Man

Un article de Wikipèdia, l'enciclopèdia liura.
Anar a : navigacion, Recercar



Simbòl dels nerd, figura tipica dels licèus americans e a l'encòp de las personas correntas qu'ensajan de melhorar la vida dels autres, aquí Spider-man (l'Òme Aranha), lo primièr supereròi qu'a de superproblèmas.

Prepausat en 1962 dins las paginas del darrièr numèro d'Amazing Fantasy (lo numèro quinze), Spider-Man, concebut per Stan Lee e Steve Ditko, èra, abans d'obtenir sos fantastics poders d'aranha, un jove adolescent: Peter Parker. Se trufavan d'el los camaradas pr'amor qu'èra malbiaissut e l'estereotipe de l'estudiant intellectual. Viviá en cò de sos oncles Ben e May ja que sos parents èran mòrts dins un accident d'avion.

Aquel comic, doncas, se presentava coma un produch pensat e destinat subretot pels adolescents, qu'èran a venir cada còp mai los lectors principals dels comics. Stan Lee ensajava de recuperar de brigalhs del succès de DC Comics, que amb la reedicion del Flash-Barry Allen de 1954 aviá marcat la debuta de la renaissença dels comics sonada l'Edat d'Argent (Silver Age).

Pendent aquesta nòva e daurada epòca dels supereròis, un d'aqueles personatges que mai capitèron foguèt l'Òme Aranha, que lucha de longa contra mantuna menaça en gardar pr'aquò sa dimension vertadièra d'amistós Òme Aranha del barri, amb sa tièra de problèmas quotidians (la malautiá de sa tanta, los examens, las amors), çò que lo fa tan simpatic pel public, en facilitar l'identificacion amb Peter malgrat sos superpoders subreumans.

A tot aquò cal apondre que sovent èra a combatre sos adversaris dins de condicions dificilas (lo braç deslogat, un raumàs o a mai de fèbre), o d'afrontar de menaças misticas en companhiá del Doctor Strange o d'enemics cosmics amb los Quatre Fantastics. Pasmens dins cap d'aquelas situacions, jamai a pas perdut sas caracteristicas peculiaras de simplicitat e espontaneïtat.

La naissença del personatge[modificar | modificar la font]

La version oficiala de la naissença del personatge es pro simpla e fin finala banala. Mentre que Stan Lee, dins son estudi, pensava a un personatge novèl a prepausar a Goodman, vegèt un insècte que se passejava sus las parets. Li venguèt a la memoria sa joventut quand, demest los divèrses eròis del genre pulp de las annadas trenta e de las annadas quaranta, se publicava The Spider, Master of Men, son eròi preferit.

Expausèt, alara, l'idèa a Goodman, en i apondre los problèmas caracteristics de Peter, e amb l'acòrd de l'editor de las edicions Marvel, lo personatge foguèt fisat a las mans expèrtas de Jack Kirby, que li dessenhèt lo costum. Lo problèma, pr'aquò, èra que l'Òme Aranha de Kirby èra tròp forçut e s'adaptava mal a l'idèa de Lee d'un personatge fraile e delicat, que se trobava a tombar sulcòp dins lo mond violent dels supereròis. Lo primièr episòdi foguèt doncas balhat a Ditko, en agost de 1962, amb lo títol simple de Spider-Man. Son succès de public foguèt tal que, sa segonda aventura foguèt publicada sus una revista dirèctamente dedicada a el: Amazing Spider-Man.

Silver Spider[modificar | modificar la font]

En realitat la naissença de l'Òme Aranha es plan mai complèxa e neblosa de çò qu'èra estat contat fins ara.

En 1962 Stan Lee contactèt son collaborador mai pròche e preciós, Jack Kirby, per tal de s'assabentar se avesse entre mans un qualche novèl personatge pas jamai utilizat. Kirby, alara, prepausèt sa version de Spiderman, un personatge ideat en 1953 per Jack Oleck e Charles Clarence Beck en cò de Harvey Comics, qu'èra alara supervisionada da Joe Simon, vièlh collaborador de Kirby. A causa de la proliferacion del sufixe -man (Superman, Batman, ...), Simon decidiguèt de cambiar lo nom del personatge, que venguèt doncas Silver Spider: un còp cambiat aital foguèt prepausat a Sid Jacobson, que suggeriguèt qualques cambiaments, coma l'agilitat aranhesca e la possibilitat de volteggiare entre los gratacèls gràcias a una telaranha. Malgrat aquelas modificacions, que successivament bastirián las caracteristicas de l'Òme Aranha, lo personatge foguèt pas publicat jamai e calguèt esperar l'annada 1959 quand lo quite Simon, aqueste còp per Archie Comics, prepausèt a Kirby The Fly(la mosca), una adaptacion del concèpte basa de Silver Spider.

En sintèsi lo personatge, un adolescent de nom Tommy Troy, orfanèl, èra capable, gràcias a sa possession d'un anèl magic, de se transformar en un supereròi adulte dotat de poders mistics e fantastics. Mentre que dins lo cas de Silver Spider se limitavan a una super-fòrça e a la possibilitat d'efectuar de sauts grands (un pauc coma lo Superman de la debuta, o coma lo Capitan Marvel de Fawcett Comics, que es un personatge ambe lo qual ten un deute enòrme d'inspiracion), Fly ajustèt tamben l'agilitat de l'aranha, la possibilitat de se arrapar als murs e un seisen sens que li permetiá d'èsser assabentat dels perilhs. Kirby, que per aqueste personatge aviá ja realizat cinc espròvas, decidiguèt alara de prepausar tornarmai aquela vièlha temptativa, en portar qualques modificas, coma lo botarets, similaire au pistolet de Spider Spry, enemic de Fly, e per l'ocasion ne diguèt encara un còp: Spiderman.

Coma lo quite Ditko diguèt dins un article de 1990, aquelas primièras cinc esprovas (per cert presentas dins los archius Marvel fins a la fin de las annadas 1970) representavan l'eròi tipic de Kirby, supèrb e magestuós, amb un dessenh abstracte sul pitre, semblable a lo d'Ant-Man. L'istòria se dobrissiá amb Spiderman vestit (basicament lo vestit actual, mas amai ambe un cinturon pòrta-objectes e sense la part inferiora de la mascara, aital se rassemblava un pauc a l'autre vielh personatge kirbyan, Capitan America). L'istòria doncas, racontava sus un adolescent, encora un còp orfelin, que demorava amassa ambe la tanta, una simpatica e gentil sinhora, e son oncle, un capitan de policia en pension, calcat sul modèl de Thunderbolt Ross del las istorias de Hulk. La pichona familha demorava al costat d'un scientific, que aviá un ostal, misteriós e escur, e que era lo but del drolle a la fin de las 5 paginetas.

Lo personatge concebut aital foguet aprovat per Lee, çaquela sostituiguèt la parelha d'oncles prepausada per Kirby con una que aviá fach il suo esordio alcuni mesi abans dins las paginas de Strange Tales: tanta May e oncle Ben. Finalament l'ultimo passatge creatiu, l'efectiva realizacion de l'istòria, venne affidato a Ditko, al quale saltò subito als uèlhs l'estrema somiglianza entre lo personatge kirbyan e lo de Simon. A questo punto Lee e Kirby rimisero mano alla trama, riconsegnando il tutto a Ditko, che per prima cosa diede al personaggio una maschera completa, per aggiungere mistero al personaggio e permettere al lettore di immaginare l'espressione preferita della faccia di Peter Parker; quindi, su consiglio di Eric Stanton, trasformò la pistola spara-ragnatele nella coppia di lanciaragnatele attualmente utilizzata dall'Uomo Ragno; infine ideò il ragnosegnale con il quale l'eroe illumina i criminali, impaurendoli per il suo prossimo arrivo.

L'Uomo Ragno era così pronto all'esordio sulle pagine di Amazing Fantasy, rivista disegnata dallo stesso Ditko sin dal numero 7, diventando il più tipico e genuino prodotto dello spirito collaborativo della Marvel degli anni sessanta, che applicava gli insegnamenti raccolti durante le esperienze nei primi, pionieristici anni degli studi grafici, come l'Eisner-Iger: nessuno aveva un compito veramente specifico e tutti erano indispensabili alla buona riuscita d'un nuovo projècte.

Las originas[modificar | modificar la font]

Aprèp aver parlat de la fasa creativa qu'es a l'origina de la naissença de l'Òme Aranha (e comuna a fòrça autres personatges), es necessari de dire qualques paraulas sus las originas secretas del personatge, ovvero sus cossí a obtengut sos extraordinaris poders d'aranha.

Coma es estat ja dich Peter Parker, lo nerd protagonista del comic de Lee-Ditko, èra un escolan seriós e fasendièr, mas a l'encòp timid e pauruc. Preso in giro per sos companhs, e particularament per bullo Flash Thompson e per sa fidanzata Liz Allen, vegèt sa vida cambiar lo jorn d'una visita escolara a un stabilimento scientific poco fuori la sa vila, Nòva York. Nello stabilimento venivano se menavan de recèrcas nuclearas e pendent una demostracion de l'energia que podiá èsser producha dins d'experiéncias d'aquesta mena, una aranha foguèt somesa a las radiacions espelidas de doas immensas electrodi e, sconvolto e spaventato, tombèt sus la man de Peter e lo mosseguèt abans de morir. Aprèp qualques jornos Peter comencèt a s'avisar qu'aviá aquesit de poders fantastics, passatigli de l'aranhz radioactiva: l'agilitat e la fòrça proporcionalas a las de l'aracnid, la capacitat d'aderir a las parets, un sens d'zranha que lo rende capable de percebre anticipatamente una menaça. Peter, alara, decidit a sfruttare queste sue capacità, affronta, con una maschera sulla faccia, il wrestler Crusher Hogan, battendolo e vincendo il premio in denaro messo in palio. Notato da un produttore cinematografico viene lanciato quindi nel mondo dello spettacolo, con qualche piccolo problema da affrontare (come l'impossibilità di ritirare soldi dal suo conto, in quanto persona mascherata senza documento d'identità).

Peter, in questo modo, voleva riuscire a guadagnare abbastanza soldi da aiutare gli zii, ma una sera, all'uscita dalla sua ultima esibizione, fece la scelta di non fermare un ladro in fuga, asserendo che fosse compito della guardia degli studi televisivi. Dopo alcuni giorni, in un tentativo di rapina in casa (poi verrà rivelato che il rapinatore cercava un tesoro nascosto nella casa dei Parker), viene ucciso lo zio Ben: Peter, sconvolto dal dolore, indossa il suo costume e corre a catturare il malvivente, che si era asserragliato in un magazzino in disuso, per scoprire che è lo stesso furfante che solo pochi giorni prima aveva lasciato scappare senza intervenire. A quel punto, con in mente le parole dello zio Ben (Da un grande potere derivano grandi responsabilità), Peter decide di ritirarsi dal mondo dello spettacolo e diventare un paladino della giustizia e della lotta al crimine.

La storia[modificar | modificar la font]

L'aranha de Ditko[modificar | modificar la font]

Fichièr:Octopus e Spidey.jpg
Dessenh de Spidey colpito pel Doctor Octopus, un dei maggiori enemics del supereròi

L'èra Ditko, que representa la primièra fasa creativa del personatge, dura 38 numèros, oltre a quello iniziale apparso su Amazing Fantasy e ad alcuni Annual. Se graficamente Ditko si ispira, come detto, a Gould e a Sprang, la sua idea del personatge es per contra molto mai vicina a Dick Tracy qu'a Batman: Peter, infatti, doveva vivere in un ambiente il più reale possible, per poterne guidare in maniera coerente e logica il passaggio verso l'età adulta. Così i suoi primi grandi avversari, come il Camaleonte o l'Avvoltoio, erano piuttosto degli abili ingegneri e non fantastici personaggi con poteri pari a quelli di Peter. E dopo la deriva nella fantascienza con il Riparatore, si ritorna alla tecnologia ed alla scienza con Otto Octavius, meglio noto come Dr.Octopus, il più letale nemico del Ragno delle origini. Dotato di quattro braccia meccaniche, è un abile scienziato che, a causa dell'incidente che lo ha fuso con quelle stesse braccia artificiali, ha acuito la sua latente follia (recentemente approfondita da Paul Jenkins sulle pagine di Spectacular Spider-Man), facendolo diventare un supercriminale perfetto per le storie dell'Uomo Ragno. È il protagonista di una delle storie del ragnetto più appassionanti dell'epoca: Il capitolo finale, la cui scena madre è stata citata centinaia di volte in diversi altri fumetti.

Successivamente Ditko e Lee proposero molti altri avversari: dal drammatico Lizard, all'ingenuo Cervello vivente, dall'elettrico Electro, fino ai gouldiani Duri, guidati da Frederick Foswell, giornalista del Bugle, senza dimenticare l'Uomo Sabbia, ex-galeotto, e Kraven, famoso cacciatore giunto in città con l'unico intento di catturare l'Uomo Ragno. Di questa prima infornata però i due avversari più interessanti, anche per le loro potenzialità future, furono Mysterio, maestro delle illusioni dietro il quale si nascondeva Quentin Beck, esperto hollywoodiano di effetti speciali, e il Goblin, ignoto criminale che, dotato di una scopa volante (poi sostituita da un aliante) e di bombe zucca, cerca fin dal primo approccio di uccidere l'Uomo Ragno, assoldando allo scopo addirittura i Duri.

Nel frattempo, oltre a questi elementi supereroici tipici di ogni prodotto seriale, Ditko sviluppa anche i personaggi di contorno, dando sempre più spazio alla fragile zia May, la cui malattia subisce periodici peggioramenti anche nell'era post-Ditko, al burbero J. Jonah Jameson, direttore del Daily Bugle, quotidiano per il quale Peter lavora come fotografo free-lance vendendo le foto dei suoi combattimenti, e deciso a screditare il nuovo eroe, alla dolce ed insicura Betty Brant, segretaria di Jameson e prima fidanzata di Peter. Senza dimenticarsi anche dei compagni di scuola o dell'esordio della bella Mary Jane, apparsa per la prima volta, col volto coperto, su Amazing Spider-Man n.25 de junh de 1965: Ditko crea, così, intorno a Peter un mondo coerente ed attendibile, in cui ogni criminale spesso non è mai un volto noto a Peter, ma una persona qualunque: la sua scelta narrativa, però, non è sempre gradita a Lee, sovente accusato di cambiare i suoi soggetti. Questa situazione di tensione, acuita anche dal fatto che Lee figurava come autore delle storie anche del Dottor Strange, personaggio quasi completamente concepito e realizzato da Ditko, venne poi risolta con la nota questione sulla vera identità di Goblin. Secondo Ditko, dietro la maschera si sarebbe nascosto Ned Leeds, rivale in amore di Peter per la conquista del cuore di Betty, destinato successivamente a morire in una drammatica battaglia con l'Uomo Ragno, che avrebbe avuto come conseguenza la morte di Betty stessa investita da un camion, o, vistosi bocciata questa prima proposta, da un ignoto criminale.

Questa querelle, però, era solo la punta dell'iceberg, rappresentato da alcuni problemi di gestione di Goodman con i suoi autori, su tutti Ditko e Kirby, che pretendevano un esplicito riconoscimento del loro apporto creativo e maggiori introiti (soprattutto Kirby) dai successi commerciali ottenuti dai personaggi che ideavano per Goodman stesso. Dopo l'ennesima promessa non mantenuta, Ditko decide di lasciare la testata, facendo alla fine un favore a Goodman che, così, poté chiedere a Lee una nuova direzione al personaggio, molto più solare e leggera della visione, probabilmente molto autobiografica, di Ditko.

John Jazzy Romita[modificar | modificar la font]

thumb|left|250px|La versione di Spidey di John Jazzy Romita sr. Per sostituire il partente Ditko, Lee decise di prendere a bordo il già collaudato John Romita Sr.. L'autore, diventato simbolo stesso dell'Uomo Ragno proprio grazie alla sua lunga militanza su Amazing, aveva accumulato esperienza soprattutto con i fumetti rosa della DC Comics, in cui i sentimenti e le interazioni tra i personaggi erano di grande importanza. Poiché, quindi, era necessario dare una svolta leggera alla rivista, Lee pensò bene di utilizzare un autore abile in questo genere, che poi sarebbe diventato il genere tipico delle sottotrame di Amazing Spider-Man, ottenendo un duplice effetto: abbandonare le trame troppo noir di Ditko, cancellando molte delle sue sottotrame, e presentare al pubblico storie più romantiche, ma disegnate con uno stile molto più realistico.

Così, con la prima storia di Romita, Lee non solo fece riappacificare Peter con Ned, ma diede finalmente volto a Mary Jane, finora tenuta nascosta da Ditko, ed un volto a Goblin, ora diventato ufficialmente Norman Osborn, padre di Harry, che con Romita sarebbe diventato il miglior amico di Peter. Con il passare dei numeri, poi, l'affiatamento tra Lee e Romita si fa sempre più stretto: ciò consente al duo di realizzare delle storie non solo sempre più realistiche, ma sempre vicine al mondo giovanile e studentesco, nel cui ambito si muove il Peter Parker in borghese e la sua dolce fidanzata Gwen Stacy.

Lee, però, non dimentica il successo di storie urbane come quelle con i Duri ed utilizza, per l'occasione, Kingpin, il mafioso newyorkese, solitamente avversario di Devil (l'unico, almeno in questa prima fase della sua vita, a conoscere la vera identità dell'Uomo Ragno). Diventano, poi, ricorrenti le perdite di memoria di Norman Osborn ed ogni volta che il magnate ritrova la memoria sulla sua identità supercriminale e su quella di Peter, nascono saghe letali e terribili, nelle quali l'Uomo Ragno ha una nuova limitazione, poiché sa di affrontare il padre del suo migliore amico, Harry.

Comunque è di questo periodo l'inizio dell'indipendenza di Peter da zia May: inizia a frequentare l'università, va a vivere con Harry in un appartamento in città, inizia a frequentare Gwen, la dolce figlia del capitano di polizia George Stacy.

Il capitano Stacy (e qui siamo nel periodo dei successori e, in un certo senso, allievi di Lee e Romita), valente poliziotto, troverà la morte durante un terribile scontro contro il dottor Octopus nel tentativo di salvare un bambino dalle macerie di un camino gettato dai tentacoli impazziti del letale avversario dell'Uomo Ragno, che aveva spruzzato su di essi una speciale sostanza che li rendeva incontrollabili. Questa prima morte inizia ad introdurre l'Uomo Ragno, come personaggio, in un nuovo periodo di età adulta, anticipando anche la morte di Gwen, ancora una volta durante uno scontro terribile contro un suo folle avversario: il Goblin.

La morte di Gwen[modificar | modificar la font]

thumb|Peter e Gwen nell'interpretazione di John Romita Sr. La morte di Gwen Stacy anticipa di poco quello che poi Alan Moore sia con Capitan Bretagna sia con Watchmen e quindi Frank Miller con Il ritorno del Cavaliere Oscuro applicarono al fumetto: atmosfere oscure e drammatiche che calarono i supereroi nella realtà e nella quotidianità, come già era avvenuto per lo Spirit di Eisner.


Gwen Stacy, il primo grande amore di Peter rimane vittima di uno scontro fra il nostro supereroe e la sua nemesi Goblin. Dopo una furiosa battaglia fra i due, Goblin fa cadere Gwen dal ponte di Brooklyn; Peter la afferra con la sua tela, ma tira su, tra le sue braccia, un corpo ormai morto, molto probabilmente proprio a causa della tela, che fermando improvvisamente la sua caduta ne ha provocato la rottura dell'osso del collo. Inutile dire che all'epoca la morte della ragazza provocò reazioni molto dure da parte dei lettori, ancora non abituati a leggere eventi così drammatici in un fumetto (alcuni arrivarono a scrivere lettere di minaccia all'autore della storia Gerry Conway, che fu soprannominato Killer Conway).

Successivamente, e più precisamente durante la saga Evolutionary War, e durante la successiva Saga del Clone, Spidey si è imbattuto in un clone della bella Gwen, creazione di un professore di Peter, Miles Warren alias il criminale noto come lo Sciacallo, che innamorato di Gwen, ha sempre addebitato a Peter, del quale conosceva la doppia identità, la morte della giovane. Inutile dire come l'incontro con il clone di Gwen, abbia riaperto nel nostro beniamino vecchie ferite e sensi di colpa, superati solo grazie alla nuova fiamma, nonché attuale moglie Mary Jane.

Fichièr:Spider122.jpg
Copertina di Amazing Spider-Man n. 122, il numero in cui muore Gwen. Disegno di John Romita Sr..

È interessante notare come Gwen Stacy, personaggio amatissimo dagli appassionati del Ragno, sia uno dei pochissimi (insieme a zio Ben, il primo Capitan Marvel e pochi altri) a non essere stato resuscitato dagli autori della Casa delle Idee, che spesso e volentieri a fronte dei malumori dei fan, hanno fatto rivivere diversi personaggi (a titolo di esempio si indicano la stessa zia May, il grande nemico Goblin, o altri personaggi come Wonderman, Magneto, Wolverine, Guardian, il Gufo, il Dottor Octopus), trovando a tal fine espedienti più o meno convincenti.

Tuttavia ultimamente la bionda Gwen è stata riportata alla ribalta nella saga Peccati del passato dello scrittore J.M. Straczynski, che sconvolge il personaggio soprattutto a livello morale. Il povero Peter s'imbatte in due ragazzi dalle capacità straordinarie che tentano di ucciderlo, ma ben presto scopre che sono i figli del suo primo vero amore, Gwen. Ma il colpo di scena è che il padre dei ragazzi altri non è che Norman "Goblin" Osborn..la sua nemesi principale! Ovviamente Peter quasi impazzisce all'idea del tradimento, tuttavia capisce che i ragazzi contaminati dal sangue geneticamente potenziato di Osborn, invecchiano velocemente e rischiano di morire in breve tempo, quindi tenta di salvarli nonostante tutto.

Sicuramente con questa mossa, l'autore ha stravolto decisamente l'idea che i fan avevano della dolce Gwen Stacy, vista prima come la ragazza perfetta di cui innamorarsi, ma che alla fine mostra debolezza e forse una maggiore umanità.

La saga dei cloni[modificar | modificar la font]

Nel corso di questa saga viene recuperata una vecchia storia (su Amazing Spider-Man I serie n. 148-150, prima traduzione italiana L'Uomo Ragno Editoriale Corno n. 189-191) in cui Lo Sciacallo aveva clonato Peter, e poi lo aveva sostituito con il clone, creandogli anche qualche problema di identità. Alla fine il clone viene sconfitto e gettato nella ciminiera di un altoforno. Così si credeva che il clone fosse andato distrutto. Questa trama fu "dimenticata" per diversi anni.

Ma dopo molti anni il clone riaffiorò dal passato, rivelando di portare il nome di Ben Reilly, un omaggio allo zio Ben e alla Zia May (Reilly è il suo cognome da nubile) e di non essere affatto lui il clone, bensì Peter. Naturalmente la sconvolgente rivelazione darà conseguenze determinanti, stravolgendo la vita del protagonista che non sa più chi è. Nascerà anche un'amicizia con il clone, che assumerà l'identità del Ragno Rosso (Scarlet Spider), che collaborerà con Peter nella lotta ai malvagi. Dopo numerose e complesse traversie (i cloni incrementeranno di numero), tutta la vicenda si rivelerà essere una macchinazione dell'arcinemico Norman Osborn, cioè Goblin, il quale aveva anche falsificato gli esami del DNA di Peter, per indurlo a credere di essere lui il clone. Si ritornerà così allo status quo tradizionale, Peter riassumerà il possesso della sua vita e Ben verrà ucciso da Norman Osborn salvando Peter.

Poder totemic[modificar | modificar la font]

Recentament, lo scenarista J. M. Straczynski ha aggiunto un ulteriore nivèl de lectura alla figura de l'eròi.

Il morso de l'aranha radioactiva que gli ha donato los poders potrebbe non esser stato del tutto casuale, anzi: lo Dieu-aranha african Anansi èra a la recèrca de son representant, un totem vivente que facesse da ponte tra las aranhas e los òmes, più en general entre lo mond animal e lo mond uman, tròp separati dal progresso.

La scelta sarebbe ricaduta sus Peter Parker non tanto per las circonstàncias excepcionalas (una aranha banhada de radiacions, quindi un presupposto scientific a la conseguente mutacion), mas perché un nerd coma Peter, "preda" degli eventi e delle angherie d'una vida, avrebbe più facilmente incarnato l'ideal di aranha coma "predatore", per reaccion a tot lo risentimento acumulat. Questa valenza soprannaturale es un dels motius per cui l'Òme Aranha s'es trobat sovent coinvolto dins de batalhas amb d'enemics inspirats agli animals (lo Dr. Octopus - la piovra -, l'Avvoltoio , Rhino - il rinoceronte -, Lizard - la lucertola -, la Mosca, lo Camaleonte, e così via). Un rebat de la cadena alimentara, fin finala.

Per encausa de la darrièra transformacion de Peter Parker en una aranha giganta, Spidey a aquesit de poders novèls: ara pòt parlar amb los insèctes, lançar de rantèlas organicas e son "sens d'aranha" s'es notablament afinat.

Civil War[modificar | modificar la font]

Durant la saga Civil War viene emanata una lei (Super-human Registration Act) che impone als supereròis, se vogliono continuar ad operare, di svelare la propria identitat segreta. Si creano due fazioni opposte: una a favore dello smascherarsi, l'altra contro che giudica anche una violazione dei diritti civili la promulgazione del provvedimento. Peter Parker si schiera a favore e decide di svelare la sua identità pubblicamente (Civil War n. 2). L'evento ha suscitato molto scalpore dal momento che l'Uomo Ragno è sempre stato uno dei personaggi che maggiormente ha custodito gelosamente la sua identità, ed ha avuto notevole risonanza mondiale, amb d'articles divèrses dins las primièras paginas dels quotidians, anche en Itàlia.[1]

Le strisce sindacate[modificar | modificar la font]

Le strisce giornaliere cominciarono a comparire sui quotidiani il 3 gennaio 1977 scritte da Stan Lee e disegnate da John Romita Sr., uno dei creatori e uno tra i principali artefici del successo de l'Òme Aranha dins lo mond entièr. In un periòde in cui le strisce di genere avventuroso e realistic avevano scarsa difusion, queste ebbero un sorprendente successo. La striscia crebbe lentament sa difusion e es encara en cors de publicacion. Lo fraire de Lee, Larry Lieber, la scrisse e dessenhèt en bèla part de sa durada. Mentre le strisce e gli albi presentavano gli stessi personatges, non condividevano la stessa continuity, e nelle strisce si ebbe una demesida de l'importància dels supercriminals. Una excepcion rara si ebbe en 1987, a l'ocasion del maridatge de Peter Parker amb Mary Jane Watson, que avvenne sia negli albi che nelle strisce.

Cinèma[modificar | modificar la font]

Modèl:Vedi anche

Fichièr:Copertina Spider-Man il filme a fumetti.png
La locandina di Spider-Man sus la copertina dell'adattamento a fumetti.

Il personaggio es estat lo protagonista de 3 filmes: Spider-Man (2002) e Spider-Man 2 (2004), entrambe dirette de Sam Raimi ed interpretate da Tobey Maguire nel ruolo di Peter Parker/Spider-Man. È già previsto per il mai 2007 la sortida de Spider-Man 3 (títol susceptible de modificacions).

Television[modificar | modificar la font]

Una altra incarnacion dal vivo fu quella dei filmes e telefilmes degli anni settanta, dove l'Òme Aranha era interpretat per Nicholas Hammond. Il soggetto era solo vagamente aderente al suo omonimo cartaceo ed gli episodi erano caratterizzati da una oggettiva povertà di realizzazione (la ragnatela era una corda di notevoli dimensions!). Nonostante questo, in un epoca di efièches digitals, il (necessario) realisme di determinate scene vale un certo apprezzamento. Si notino, per esempio, le scene dove l'eroe in calzamaglia, saliva le pareti di edifici. Certo talvolta èra visible il trucco, ma l'effetto risultava godibile ugualmente proprio perché era un'attore in carne ed ossa a calarsi su e giù per le pareti dei grattacieli e non era frutto di effetti digitali belli ma, se vogliamo, a volte, freddi e quasi da "cartone animato". È stata realizzato, nel 1977, l'episodio pilota alla serie di telefilmes e proposto sulle tv americane dalla CBS. Oltreoceano è uscito nelle sale cinematografiche, col titolo The Amazing Spiderman (in Italia L'Uomo Ragno, 1977). In seguito, tra il 1978 e il 1979, è stata prodotta una serie de telefilmes (due stagioni), con l'omonimo titolo The Amazing Spiderman, mai proposta sul mercato italiano. I primi due episodi hanno poi contribuito a comporre il secondo filme per le sale, chiamato in Italia L'Uomo Ragno colpisce ancora (1978). Con le medesime modalità è stato prodotto anche un tresen e ultimo filme : L'Uomo Ragno sfida il drago (1979). I filmes hanno agut alcune fugaci aparicions televisualas, e son disponiblas dins lo mercat home video.

Ligams extèrnes[modificar | modificar la font]

Nòtas[modificar | modificar la font]

  1. La notizia sul Corriere della sera online